La guerra alla memoria nella Russia di Putin

In collaborazione con l’Associazione Friuli Storia

Prima della guerra contro l’Ucraina, c’è stata l’offensiva del governo russo contro i custodi della memoria dello stalinismo in Russia. Nel dicembre del 2021 la Corte Suprema della Federazione Russa ha disposto la liquidazione di Memorial international, la ong russa fondata durante la Perestroika dal Premio Nobel Andrej Sacharov per mantenere viva la memoria delle vittime della repressione sovietica. Ma perché ancora oggi la Russia fa fatica a fare i conti con il passato sovietico? In che modo la narrazione della storia sovietica imposta dal governo di Mosca ha fornito la giustificazione ideologica della guerra in Ucraina? E che rapporto c’è tra la memoria dello stalinismo e il rispetto dei diritti umani nella Russia di oggi?