La città di domani: il tempo della responsabilità collettiva

In collaborazione con l’Ordine degli Architetti della provincia di Udine

«Che cosa è una città? E Firenze? Firenze che cosa rappresenta nell’immaginario di uno che ne è fuggito ragazzo, pur tenendola in petto come faro di orientamento, termine di paragone anche per gustare tutto “l’altro”? E tu dove hai la tua stella? A quale immagine di città ricorri quando vuoi sapere chi sei?» scriveva Tiziano Terzani alla figlia Saskia. Da questa intima riflessione di un grande viaggiatore parte il dialogo con Carlo Ratti, architetto e urbanista di fama internazionale nonché pioniere dei big data applicati alla sostenibilità ambientale e sociale. Un’occasione per immaginare il futuro – nelle megalopoli come nei piccoli borghi – accettando le sfide democratiche ed ecologiche nella continua ricerca di un’armonia tra umanità e pianeta.