Il bene comune conviene?

Con il sostegno di CiviBank

Il concetto di bene totale tipico del paradigma dell’economia politica non va confuso con quello di bene comune, tipico del paradigma dell’economia civile. Il primo consiste nella somma dei beni privati tra loro indipendenti; nel secondo, “il vantaggio che ciascuno trae dall’attività economica per il fatto di far parte di una comunità non può essere scisso dal vantaggio che altri pure ne traggono”. Si tratta di due visioni non conciliabili e, nelle teorie come nelle pratiche economiche, la prima è risultata del tutto dominante. Tuttavia, la fase attuale mostra trasformazioni dirompenti come la transizione digitale e l’instabilità strutturale generata dai problemi di sostenibilità ambientale. Cambiamenti di questa portata impongono di rimettere al centro della riflessione economica e politica le idee di bene comune e di mercato civile.