I due frammenti numero 500 da Apeirogon di Colum McCann

LETTURA SCENICA

Abbracciarsi, tenersi la mano. Guardarsi negli occhi. Ascoltarsi, soprattutto. Piccoli gesti normali. Per tempi normali. Per tempi di pace. Gesti eroici quando il tempo della guerra devasta le vite degli uomini. Infinito è il numero di lati del poligono chiamato apeirogon. Infiniti gli sguardi. Come infinite e mutevoli sono le cose del mondo, luogo del caos e delle sfide. Dentro quel caos, due padri: lo stesso dolore, la stessa forza. Parole di odio possono diventare parole di pace. Proviamo a mettere le parole nei corpi. Proviamo ad ascoltare davvero. Proviamo.