Il trionfo dell’individualismo

Lectio magistralis

Cosa resta di “comune” o di “comunitario” se non la retorica con cui ogni giorno evochiamo lo stare insieme, la relazione e tutti i comportamenti che dovrebbero dare senso e riempimento alla parola “società”? Ormai è l’individuo, il nostro “ego”, che orienta qualunque pratica, compresa quella politica. La grande sfida sarebbe riuscire a combattere il trionfo dell’individualismo e del pensiero binario che lo caratterizza. Il pensiero critico non è ancora sconfitto, ma è alle corde ed è allora urgente mettere in campo qualche efficace contromossa. Filosofia, psicoanalisi, psichiatria, insieme agli altri saperi, dovrebbero unirsi in uno sforzo congiunto per lanciare un allarme sulle sorti della soggettività che oggi sembrano sempre più compromesse dall’ ansia mediatica, dalla fretta digitale e dalle paranoie.