Vivi. Ultime notizie di Luciano D.

Anteprima di Cormònslibri 2015

Festival del libro e dell’informazione (Cormòns 25-11/8-12: “L’essere in gioco”)

A cura di Cormònslibri

Il signor Luciano prima di morire in una casa di riposo, si era fatto più di trent’anni di manicomio perché, tra l’altro, era convinto di essere il Messia. Scriveva lettere alla Regina Elisabetta, a Bush, al Papa, al Presidente del Portogallo… correggeva le sacre scritture, inventava alfabeti, faceva miracoli, nominava santi, pubblicava un giornale e credeva nella resurrezione dei denti. Era matto, ma intelligente, ironico e mite, sebbene diventasse garbatamente collerico, se lo si prendeva sottogamba. Vivi. Ultime notizie di Luciano D. è una piccola rapsodia, in cui si alternano i suoi discorsi surreali, i ricordi del manicomio, le letterine esilaranti, le notizie messianiche del suo giornale e le battute fulminanti con cui si congedava. A tratti, affiora anche la malinconia di un uomo dimenticato, che aveva attraversato molte sofferenze e che si era dato questo altissimo compito per poter sopravvivere.