Vuoti di memoria. Quando l’arte va in soccorso della storia

a cura di Multiverso

La distanza, se considerata come una categoria del tempo, ci porta all’inevitabile conflitto tra memoria, ricordo e oblio. La Storia potrebbe venirci in aiuto, ma della sua lezione tendiamo a fregarcene e siamo tutti bravi a rimuovere e dimenticare. E così, spesso accade che sia l’arte a recuperare la nostra attenzione su fatti del passato che al momento del loro accadimento avevamo vissuto con superficialità, distrazione e distacco. Cosa ricordiamo, dopo vent’anni, del G8 di Genova? E cosa diremo, tra vent’anni, dell’ecatombe e dei campi dei migranti?  Ecco allora che cinema, letteratura, musica ci vengono in soccorso. E con un consistente valore aggiunto e la leva dell’emozione.