Ri/partire. L’Italia dopo la pandemia

Conferenza spettacolo
con il sostegno di Amga Energia & Servizi

Demografia, immigrazione, emigrazione, istruzione e lavoro. Una onesta operazione-verità sull’Italia e le sue debolezze strutturali, che si sono aggravate con l’epidemia di Covid-19, e rischiano – se non affrontate – di portare a una vera e propria spirale discendente molto più grave delle crisi economiche e sociali del passato.

A partire da questo spunto analitico, la conferenza-spettacolo, prendendo atto che c’è un prima e un dopo il coronavirus, propone alcune vie d’uscita da questa situazione, basate sulla costruzione di un nuovo patto sociale e una diversa idea del ri/partire, inteso come ricominciare, iniziare di nuovo, ma anche come “fare le parti”, suddividere, in maniera diversa da come si è fatto fino a oggi.

La performance è stata costruita in collaborazione con il centro di ricerca “Fabrica” e con i giovani talenti artistici provenienti da tutto il mondo che essa ospita, che hanno preparato i materiali audiovisivi di supporto al testo, e la scelta di opere d’arte contemporanea che lo accompagnano.