La Jugoslavia (in)interrotta

Presentazione de Il Cerchio di Meša Selimović (Bottega Errante)
prenotazioni: 342-1603107 circolonuoviorizzonti@gmail.com

Perché Vladimir, unico sopravvissuto di una famiglia di martiri della Resistenza, non viene invitato all’inaugurazione della casa museo, dedicata al sacrificio di suo fratello e suo padre? È mera ipocrisia del Partito, o è il segno che il tempo degli eroi sta tramontando, insieme a quello delle vuote celebrazioni istituzionali? Nel trentesimo anniversario dall’inizio delle guerre in Slovenia e Croazia, la scrittura di Selimović ci conduce a rivivere il conflitto tra la memoria individuale e quella politica nella Jugoslavia degli anni immediatamente precedenti la morte di Tito. Uscita postuma e parzialmente incompiuta, l’amara parabola tracciata dal grande scrittore serbo ricorda anche al nostro presente quanto sia essenziale – nel moltiplicarsi di nuovi dogmi e di nuove ideologie – far valere la forza eretica della propria coscienza per riuscire a emanciparsi da ogni egemonia e recidere, così, ogni fittizio cordone ombelicale.