Hiku. Il volto dei ghiacciai

VERNISSAGE
Opere di PAOLA GASPAROTTO
a cura di PAOLA FABRIS
presentazione di SILVIA STEFANELLI

catalogo in libreria

dal 2 al 17 luglio
orari: da martedì a sabato
ore 10-12.30 e 16-19

Alcune opere verranno esposte anche nell’adiacente galleria d’illustrazione Temporary Permanent in occasione della mostra “Luoghi” che ha per tema l’ambiente e il paesaggio.

La cultura e l’arte sono forme espressive nuove della crisi climatica e finora sono pochi gli artisti che sono riusciti a tradurre il cambiamento in atto, di cui la fusione dei ghiacciai e delle calotte polari è uno degli aspetti più eclatanti, sotto forma visiva. Le opere di Paola Gasparotto nascono da un incontro, da un “colpo di fulmine” avvenuto nel tempo lento del secondo lockdown. È la lettura de Il tempo e l’acqua di Andri Snær Magnason a ispirare l’artista, a comunicarle l’urgenza di “fare qualcosa” per le problematiche ambientali con il linguaggio che meglio conosce, quello della pittura. Nascono così opere che parlano di un mondo, quello dei ghiacci, aree inospitali e remote, che sta profondamente mutando. Lo fanno suscitando emozioni, perché se la scienza con l’oggettività dei suoi dati spesso non arriva al cuore delle persone, ci riesce con maggior efficacia il linguaggio dell’arte, che ci scuote e nel contempo suscita stupore per la pura bellezza del ghiaccio, dei suoi colori, delle sue forme mutanti e poliedriche.

Nei quadri dell’artista i ghiacci ci rendono partecipi della forza, ma anche dello stato di sofferenza, di vaste aree della Terra che l’uomo sta inesorabilmente e irrimediabilmente modificando.