$exmachine. Un popolo di santi, poeti, navigatori e puttanieri

Spettacolo teatrale di e con GIULIANA MUSSO e con “IGI” GIANLUIGI MEGGIORIN

regia Massimo Somaglino

collaborazione al soggetto Carla Corso

suono e luci Claudio Poldo Parrino

distribuzione e organizzazione Miriam Paschini

I rapporti sessuali a pagamento in Italia sono – ogni giorno – più di 25.000. Quasi 10 milioni di rapporti all’anno esprimono in modo chiaro ed inequivocabile un bisogno di sesso che i rapporti gratuiti e reciproci o non possono o non sanno soddisfare. Andare a puttane non è una malattia ma se lo fosse sarebbe un’epidemia: nella grande macchina del sesso ci siamo tutti, e per tutti la potenza si misura in denaro.

Un’attrice e un musicista in scena danno voce e anima a sei personaggi che, visti in sequenza, formano un quadro di contemporanea umanità multiforme e complicata. Sono quattro uomini e due donne: Dino, pensionato; Vittorio, agente di commercio; Monica, mamma di Cristian; Silvana, prostituta; Igor, ventenne addetto all’assemblaggio; Sandro, piccolo imprenditore. Hanno tutti in comune due cose: appartengono alla cultura del nord-est e trovano soddisfazione ai loro bisogni e ragione alle loro paure nel variegato e complesso mondo dei rapporti sessuali a pagamento. La musica, sostegno e contrappunto al lavoro sui personaggi, accompagna la composizione drammaturgica.