Cina: l’epoca della città

in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Udine

Davanti ai nostri occhi scorre veloce e dirompente il processo di urbanizzazione cinese. Nel 1978 solo il 18% della popolazione abitava nelle città in Cina, oggi oltre il 60%. Nuove infrastrutture e insediamenti hanno “mangiato” spazi rurali e villaggi,  hanno modificato il paesaggio, trasformato diritti di proprietà e confini amministrativi. Un cambiamento epocale che ridefinisce ruoli e relazioni, non solo dal punto di vista geopolitico ma anche culturale, dell’immaginazione e delle possibilità. Le new town cinesi possono essere raccontate attraverso stazioni ferroviarie, central business district, compound residenziali, architetture firmate dai più famosi architetti del mondo, ma anche attraverso le case temporanee degli operai: oggetti e frammenti di una rivoluzione antropologica, che in realtà ci parlano della molteplicità e della contaminazione che hanno caratterizzato la città da sempre.

Prenota il biglietto