Sabato 13 Maggio
Ore 10.00 — Chiesa di San Francesco — Ingresso Gratuito

Reddito di cittadinanza. Tra diritti universali e vincoli di bilancio

INCONTRO

Reddito minimo garantito, reddito di cittadinanza, reddito di base e altre simili espressioni sono entrate prepotentemente nel dibattito culturale e politico. Se un tempo l’etica del dare e dell’avere era costruita sulla massima “chi non lavora non mangi”, oggi si parla del “diritto universale al reddito” come di una cosa desiderabile e possibile. L’idea affascina e seduce. E forse anche il problema della sostenibilità economica potrebbe essere superato: la nostra economia è in grado di produrre a sufficienza per sfamare tutti, ma non riesce a trovare il modo per redistribuire tanto bendidio. È economicamente sostenibile – ammesso che sia eticamente giusto – che qualcuno possa sempre avere senza dare? E chi decide cosa e quanto ciascuno deve dare? Insomma, chi paga, e quanto? Perché dovrebbe accettare di farlo, e fino a quando lo accetterà? Davvero la scelta è solo e meramente politica? Davvero “basterebbe volerlo”? O forse dobbiamo inventarci “un’altra economia”?