Mercato politica società: un equilibrio (im)possibile?

Oggi, come mai prima d’ora, il capitalismo mostra in Europa i suoi peggiori difetti e le sue più pesanti contraddizioni: quasi dappertutto la diseguaglianza è in aumento. Ma questa condizione alla lunga potrebbe mettere a rischio la stabilità dei sistemi democratici e la tenuta della società. Perché, se è vero che gli interessi dei ricchi sono in grado di convertire la ricchezza in potere politico, sono anche in grado di falsare l’economia di mercato e le regole della democrazia. Dobbiamo adattare la società agli interessi dell’economia, o l’economia agli interessi della società? Il capitalismo deve per forza significare dominio della ricchezza privata sulla vita pubblica e indifferenza per qualsiasi criterio di equità redistributiva? Le forze socialdemocratiche europee hanno il potenziale per progettare e costruire un sistema di mercato che incontri anche i bisogni dei cittadini?