Hegel dopo la morte dell’arte

Presentazione dell’ultimo fascicolo di ‘aut aut’

La recente ripresa dell’attenzione per l’Estetica di Hegel fornisce l’occasione per ritornare su un testo fondativo della modernità, che non smette di offrire motivi e temi di discussione, a partire dall’ambigua diagnosi di “morte dell’arte” con cui si è sovente fatta coincidere la posizione filosofica di Hegel.  Aut aut  ha dedicato all’Estetica hegeliana una serie di saggi che provano a far ripartire l’analisi, affinché l’estetica possa rivendicare un ruolo critico nella comprensione dei processi attuali di costruzione della dimensione culturale. Infatti, il testo di Hegel continua ad essere una straordinaria riserva di senso con cui è possibile intessere un altro discorso rispetto a quello che mira ad addomesticare l’arte: in essa si possono ancora reperire dei contenuti per un progetto di emancipazione che passa attraverso la dimensione del sensibile.