Giovedì 11 Maggio
Ore 19.00 — Chiesa di San Francesco — Ingresso Gratuito

È tempo di Utopie

Presentazione del festival

I macrosistemi globali, chiusi nell’ortodossia di un pensiero economico che mostra tutta la sua fragilità, continuano a escludere un futuro diverso dal presente: viviamo tutti nell’ abbandono a un presente che ha bloccato il desiderio con il consumo, la comunicazione con la connessione, il sociale con la solitudine della folla. E ha immobilizzato nel realismo della cronaca l’immaginario politico e ogni prospettiva di senso. Noi vogliamo provare a immaginare e pensare il futuro come diverso dal mondo che conosciamo. Quale futuro individuale desideriamo e quale storia collettiva siamo in grado di mettere in moto? I cittadini e le istituzioni pubbliche e private sono in grado di delineare i nuovi contorni dell’utopia non come ritorno nostalgico al paradiso delle origini o alla favorevole condizione di un recente passato? Possiamo riaprire in chiave partecipativa e iper-moderna il difficile discorso della democrazia e renderci familiare un’antropologia dell’uguaglianza?