Domenica 14 Maggio
Ore 10.00 — Oratorio del Cristo — Ingresso Gratuito

Crisi ambientale e migrazioni forzate

INCONTRO

a cura di Coalizione Clima Udine in collaborazione con A Sud e CDCA – Centro Documentazione Conflitti Ambientali
Migrazioni e ambiente sono da sempre interdipendenti. I cambiamenti climatici e l’impatto diretto dell’attività dell’uomo sull’ambiente determinano la rapida perdita di habitat o la sottrazione di risorse essenziali alla vita, costringendo milioni di individui a spostarsi per cercare spazi di sopravvivenza.

Le migrazioni ambientali e climatiche sono una delle sfide più taciute ma più drammatiche del nostro tempo: non tanto per la propensione dei popoli a spostarsi come strategia di adattamento rispetto ad habitat ostili, ma perché questo fenomeno riguarda oggi l’intero pianeta e subisce accelerazioni spaventose in un’epoca in cui l’umanità sta diventando una specie a rischio di autodistruzione, piuttosto che di estinzione, a causa del modello di sviluppo socio-economico prevalente. Secondo le stime delle Nazioni Unite 50 milioni di persone entro il 2020 saranno costrette a lasciare le proprie case e la propria terra a causa della desertificazione dovuta all’attività umana e al cambiamento del clima. È pura utopia pensare che esista un’alternativa che garantisca la nostra sopravvivenza, evitando il collasso del pianeta?