Venerdì 11 Maggio
Ore 18.30 — Libreria Feltrinelli — Ingresso Gratuito

(Contro)tempi moderni

a cura di Charta Sporca

in collaborazione con Arci-Cas’Aupa

Come continuare a creare spazi di resistenza critica in una temperie economica e politica in cui il lavoro (culturale e non), dietro alla bella maschera dell’autoimprenditorialità, assume sempre di più le fattezze di un brutale (auto)sfruttamento? E allargando il campo, come orientarsi e riflettere davvero criticamente – sia da lettori, sia da redattori – in mezzo a flussi sempre più veloci e travolgenti di informazioni che pretendono tutte (pur essendo molteplici e contraddittorie) di aderire senza scarti a un’unica supposta realtà oggettiva?

Dal dibattito sulla post-verità al giornalismo “filosofico” inteso come antidoto al populismo digitale, dallo sfruttamento del lavoro (intellettuale e non) alle possibili contromosse – individuali e collettive – da opporre a questa deriva, la redazione di Charta Sporca discuterà col pubblico della scottante necessità di ricostruire dal basso una cultura critica che, al netto di ogni intellettualismo e di ogni elitarismo, abbia la forza e il coraggio di tornare a essere anche, e in primo luogo, una cultura popolare.