Venerdì 11 Maggio
Ore 19.00 — Oratorio del Cristo — Ingresso Gratuito

Vietato parlare: lingue proibite, emigrazione, plurilinguismo

In collaborazione con ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane

In un’Europa che pone fra i suoi valori costitutivi il plurilinguismo e il rispetto delle diversità, esistono ancora contesti in cui alcune lingue minoritarie sono discriminate o addirittura proibite. È il caso della lingua macedone, parlata in Grecia. Questo esempio è l’occasione per ripercorrere altre situazioni di diseguaglianza e conflitto linguistico in Europa, con uno sguardo particolare alle difficoltà incontrate dalle comunità autoctone emigrate nel mondo.
Intune Europe che e met fra i siei valôrs di fonde il plurilinguisim e il rispiet pes diversitâts, a esistin ancjemò contescj dulà che lis lenghis minoritariis a son discriminadis o fintremai improibidis. Al è il câs de lenghe macedone, fevelade in Grecie. Partint di chest contest, l’incuintri al sarà la ocasion par scrusignâ lis variis situazions di disparitât e di conflit linguistic in Europe, cuntun voli ancje aes dificoltâts patidis des comunitâts autoctonis emigradis intal mont.