La giornata di venerdì 12 maggio

La seconda giornata di vicino/lontano 2017 apre con Urban Hugs, l’”abbraccio” progettato dall’archistar Stefano Boeri: una installazione “per due” realizzata con legno friulano, per staccare dalle reti di interazione sociale. Un recinto per abbracciarsi protetti dal traffico, ma non esclusi dalla vita urbana, accessibile a tutti in piazzetta Lionello, nel cuore di Udine.

La lectio di Luciano Floridi, che poi dialogherà con il giornalista dell’Espresso Marco Pacini, per chiedersi “Quale progetto umano per l’era digitale?” è uno degli appuntamenti clou della giornata di venerdì 12 maggio.  E poi “Califfato tra utopia e apocalisse”: ne discutono l’islamologo Stefano Allievi, il sociologo del terrorismo Alessandro Orsini e la giornalista e inviata del Corriere Marta Serafini. A vicino/lontano anche l’”Utopia di Pasolini”: in anteprima si presenta il nuovo libro di Angela Felice, direttore del centro studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa.

Il poeta Davide Rondoni presenta con Antonella Sbuelz la sua ultima raccolta, La natura del bastardo. Del ruolo della biodiversità nel nostro equilibrio discuteranno gli studiosi Salvatore Ceccarelli, Loredana Canfora e Giovanni Gasbarrini.

Discriminazioni e diritti negati”: è legato al Fvg Pride il dialogo fra il giurista Francesco Bilotta, la giornalista del Corriere Elena Tebano e l’attivista lgbt Nacho Quintana Vergara.  A vicino/lontano Loris De Filippi inaugura la mostra “Con gli occhi di Medici Senza Frontiere”, un percorso espositivo con visori 3d per immedesimarsi nell’esperienza drammatica della fuga da guerre, violenze, povertà.

Il piacere della legalità: torna con la 10^ edizione il progetto che coinvolge centinaia di studenti. In serata al Teatro San Giorgio lo spettacolo “Welcome”, di e con Beppe Casales, sui temi dell’immigrazione: un allestimento nato dopo l’esperienza dell’attore a Idomeni.

 Scarica il comunicato
Vicino Lontano 2017 - Disarmo