Riparte il ciclo di incontri “Filosofia in Città”

Domenica 24 febbraio, alle 11, nella Sala Udienze del Conservatorio Tomadini di Udine,  tornano gli incontri pubblici di  “FILOSOFIA IN CITTÀ”, curati da Beatrice Bonato per la Sezione FVG della Società Filosofica Italiana, in collaborazione con il Conservatorio Tomadini, vicino/lontano, l’Università di Udine, il Liceo scientifico Copernico, il CSS, la Rete per la Filosofia e gli Studi umanistici.

Arriva così alla quarta edizione un progetto culturale che la cittadinanza ha mostrato di apprezzare con una partecipazione crescente ed entusiasta. Quest’anno la rassegna sarà dedicata al tema del linguaggio umano. Il titolo “Animali parlanti. Prospettive contemporanee sul linguaggio” ne anticipa il taglio e i contenuti: nel corso dei cinque appuntamenti verranno messi a fuoco alcuni snodi fondamentali della riflessione filosofica contemporanea, della linguistica e della ricerca neuroscientifica sull’argomento. In ciascuno di essi alcune parole chiave guidano l’attenzione e l’analisi verso i nuclei concettuali più densi e stimolanti, le questioni più dibattute, e in certi casi ancora aperte, sulle quali si potranno ascoltare due relatori a confronto.

Si comincia con “Significati, intenzioni, ambiguità”.

L’incontro ruota intorno alla capacità delle parole di veicolare un significato, non soltanto in un contesto ideale ma soprattutto nella vita quotidiana; si vedrà come al senso manifesto si aggiunga spesso un alone implicito, un non detto che tuttavia i parlanti comprendono bene. Ne discuteranno Paolo Labinaz, ricercatore in Filosofia del linguaggio all’Università di Udine, e Floriana Ferro, dottore di ricerca in Filosofia e Storia delle Idee e docente nei Licei, il primo partendo dalla pragmatica del linguaggio, la seconda prendendo le mosse dalla fenomenologia. Arricchiscono il programma della mattinata letture  di Stefano Rizzardi e Cristina Benedetti, da testi di Paul Grice e di Merleau-Ponty e brani musicali di R. Schumann e A. Skrjabin, con Francesca D’Odorico e Emma Bonutti al pianoforte. La rassegna proseguirà nella primavera del 2019 con altri tre appuntamenti domenicali, rivolti a tutta la cittadinanza e con un incontro dedicato agli studenti.

Ingresso libero e gratuito, fino a esaurimento dei posti

Si consiglia la prenotazione. Scrivere a beatrice.bonato@tin.it  oppure a sfifvg@gmail.com

Per maggiori informazioni www.sfifvg.eu


filosofia-in-citta