Ancora visitabili le tre mostre di vicino/lontano 2016

Uno, nessuno tre milioni

Il festival vicino/lontano ha chiuso i battenti lo scorso 9 maggio, ma il grande interesse del pubblico per le proposte della XII edizione non si è spento. A grande richiesta verrà prolungata di due settimane Uno nessuno, tre milioni. Occhi sulla Rotta Balacanica, la mostra/installazione a cura di Ospiti in Arrivo onlus inaugurata tra le anteprime del festival alla Galleria Tina Modotti  di Udine. Resterà aperta, con ingresso libero, fino a domenica 29 maggio, tutti i giorni dalle 16.00 alle 21, il sabato e la domenica con orario continuato dalle 10.30 alle 21.00. In esposizione, scatti di Giulio Piscitelli, Francesco Malavolta, Paolo Youssef e Juan Carlos Marzi.
Fino al 22 maggio – negli orari della programmazione cinematografica – è sempre visitabile, al Visionario di Udine, nello spazio bookshop, la mostra “Una goccia di splendore”, di Luca A. d’Agostino, che pone l’accento sugli “ultimi”, affiancando le loro immagini a quelle di Fabrizio De André, padre David Maria Turoldo, preti di frontiera, intellettuali, pensatori ed anarchici. La mostra accoglie anche il progetto fotografico “One Light”, di Francesco Fratto. Sarà invece visitabile fino al 3 luglio la mostra Kaos 76, voluta dal Comune di Udine e dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, con il patrocinio della Provincia di Udine e dell’Università degli Studi di Udine, in occasione dei 40 anni dal terremoto. Si tratta di una installazione video-sonora evocativa di quella notte che cambiò il Friuli, organizzata da vicino/lontano negli spazi dell’ex Cinema Teatro Odeon. La mostra (ingresso 2 euro) è aperta il giovedì e il venerdì dalle 18 alle 22, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 22.
 Scarica il comunicato

 

Uno, nessuno tre milioni