Annalisa Camilli

Giornalista, scrive per Internazionale dal 2007. Ha lavorato per l’Associated Press e per RaiNews24. I suoi articoli sono stati tradotti da Politico, Open Democracy, The New Humanitarian. Nel 2017 ha vinto l’Anna Lindh Mediterranean Journalist Award per l’inchiesta La barca senza nome, nel 2019 il premio Cristina Matano e nel 2020 il Premio Saverio Tutino per il giornalismo. Nel 2019, con un consorzio di giornalisti europei, ha vinto il Concordia award per la libertà di stampa. Ha scritto La legge del mare (Rizzoli 2019), finalista al Premio Leogrande nel 2020 e al Premio Estense nel 2020.