Behrouz Boochani

Giornalista, poeta e documentarista curdo iraniano, ha co-fondato la rivista curda “Werya”, cosa che gli è costata la messa al bando da parte del regime. Nel 2017 ha vinto il premio di Amnesty International Australia, per i suoi articoli sui diritti umani dei rifugiati. Ha diretto con Arash Kamali Sarvestani il lungometraggio Chauka, Please Tell Us the Time (2017); ha collaborato con Nazanin Sahamizadeh’s nella scrittura dello spettacolo teatrale Manus. È ricercatore non residente al Sydney Asia Pacific Migration Centre (SAPMiC) dell’Università di Sydney. Pubblica regolarmente sul GuardianHuffington PostThe Financial Times e The Sydney Morning Herald. Il suo romanzo autobiografico Nessun amico se non le montagne (add editore 2019) ha vinto all’estero numerosi riconoscimenti ed è finalista del Premio Terzani 2020.