Amin Maalouf

Nato in Libano nel 1949 da una famiglia di letterati e giornalisti, dopo gli studi universitari in Economia e Sociologia, si è trasferito a Parigi nel 1976. Il suo primo libro, Le crociate viste dagli arabi (1983), è ormai un classico tradotto in moltissime lingue. Ha pubblicato inoltre: Col fucile del console d’Inghilterra (1994); Gli scali del Levante (1997); Il periplo di Baldassarre (2000); Il primo secolo dopo Beatrice (2001); Origini (2004, nuova edizione per La nave di Teseo 2016); I disorientati (2013) e i saggi L’identità (1999); Un mondo senza regole (2009); Una poltrona sulla Senna (2016) e Il naufragio delle civiltà (2019), finalista Premio Terzani 2020. Nel 1999 gli è stato conferito il Premio Nonino, nel 2004 il Prix Méditerranée e nel 2010 il Premio Principe delle Asturie. Dal 2011 fa parte dell’Académie française.