Protagonisti

Yvan Sagnet

Giovane camerunense, leader del primo sciopero dei braccianti stranieri in Italia nell’estate del 2011 nelle campagne di Nardò in Puglia. Grazie a quello sciopero, nell’ordinamento giuridico italiano fu introdotto il reato penale di caporalato. Sindacalista CGIL, è tra i fondatori dell’associazione internazionale NO-CAP. Ha pubblicato Ama il tuo sogno. Vita e rivolta nella terra dell’oro rosso (Fandango 2012, 2017) e Ghetto Italia (Fandango 2015) scritto con il sociologo Leonardo Palmisano insieme al quale ha ricevuto il premio Antonio Livatino per la lotta contro le mafie. Nel 2017 il Presidente Sergio Mattarella gli ha conferito il merito di Cavaliere dell’Ordine della Repubblica italiana.