Loggia di San Giovanni

Piazza della Libertà, Udine

Prima del terremoto del 1511, sull’attuale Piazza della Libertà (allora chiamata Piazza Contarena), sorgeva una chiesa dedicata a San Giovanni. Dopo la sua demolizione, su disegno dell’architetto lombardo Bernardino da Morcote, furono costruiti nel 1533 una nuova chiesetta, sempre intitolata a San Giovanni, e la stupenda Loggia omonima (conosciuta col nome di Porticato di San Giovanni). Molto ammirato da Andrea Palladio, il complesso sorge di fronte alla Loggia del Lionello ed è assai armonioso: lo stile ricorda vagamente le linee del Brunelleschi. La realizzazione dovette superare vari ostacoli; sul piano urbanistico, perché la costruzione andava a chiudere la piazza sul lato del colle del Castello, su quello pratico, perché loggia e chiesa dovevano necessariamente appoggiarsi alla già esistente Torre dell’Orologio.

In epoca austriaca, la chiesa, il porticato e i locali annessi furono usati come corpo di guardia. Ora la chiesa è diventata Pantheon dei Caduti: vi si entra dall’ampio arcone che divide il porticato. La Loggia, dopo anni di abbandono, fu completamente restaurata nella seconda metà dell’Ottocento, riacquistando l’eleganza e la solidità primitive.