Luoghi

Palazzo Clabassi

Via Zanon 22, Udine

L’origine dell’edificio risale al 1588; nel 1809 la proprietà del palazzo passò al conte Gaetano Clabassi e dal 1959 il Palazzo e le sue pertinenze, già di proprietà dello Stato, vennero dichiarati di importante interesse culturale ai sensi delle Legge 1.6.1939 n. 1089 con un atto del Ministero della Pubblica Istruzione – Direzione Generale Antichità e Belle Arti avente la motivazione: “perché edificato nel XVII secolo, si presenta integro nel suo complesso e la sua struttura costruttiva e architettonica riveste notevole caratteristica sotto il profilo storico-artistico”.

Danneggiato dal sisma nel 1976, fu sottoposto a lavori di restauro, divenendo oggi la sede staccata degli uffici di Udine per la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia .

(Riferimento bibliografico: Pavan Gino (a cura di), Udine, Palazzo Maseri-Sbruglio-Clabassi in La conservazione dei beni storico-artistici dopo il terremoto del Friuli (1976-1981), Collana Relazioni della Soprintendenza per i beni ambientali, archeologici, artistici e storici del Friuli Venezia Giulia, n. 3, Editore Villaggio del Fanciullo, Trieste, 1983).