Luoghi

Largo Ospedale Vecchio

Largo Ospedale Vecchio, Udine

Sull’ampio slargo tra la chiesa di San Francesco e via Crispi troneggia imponente la mole del Palazzo di Giustizia di Udine, detto anche Ospedale Vecchio: fino al 1938 l’edificio era, infatti, il principale nosocomio della città.

La storia dell’Ospedale Vecchio inizia nel XIV secolo quando a Udine erano attive diverse Confraternite, associazioni di laici i cui membri appartenevano alle varie “arti” presenti in città (Pellicciai, Lanaioli ecc.). La più numerosa era la Confraternita dei Battuti, così chiamati poiché si rifacevano alla pratica della flagellazione. Erano devoti alla Madonna e dediti a opere di carità. Nel XIV sec. la Confraternita istituì l’ospedale di Santa Maria della Misericordia dei Battuti che, nel giro di 200 anni, divenne la maggiore struttura assistenziale di Udine.

Le forme attuali dell’edificio risalgono tuttavia al 1782, anno in cui si decise di ricostruire e ingrandire l’ospedale, occupando il sito dello stesso convento di San Francesco nel frattempo caduto in rovina. Sulla piccola piazzetta laterale che collega la chiesa con l’edificio dell’Ospedale Vecchio sono presenti testimonianze della storia secolare del luogo: ben visibili sono tutt’ora un pozzo in pietra e, sulla facciata laterale, quello che resta di una ruota per gli infanti ancora in uso nel XIX sec.

Colpisce per imponenza l’ampio pronao di ingresso, strutturato in stile neoclassico e fortemente aggettante rispetto alla facciata. L’architettura è lineare, definita, funzionale negli spazi e nell’illuminazione fornita dalle finestre poste a distanza regolare in tre ordini sovrapposti. L’assenza di intonaco lascia visibile la muratura, in tecnica mista di pietra e mattoni.

Durante l’occupazione Napoleonica l’ospedale fu adibito a caserma e nosocomio militare, funzione che mantenne anche quando Udine passò in mano agli Austriaci. Nel 1833 divenne infine ospedale civile, funzione che assolse fino a prima della seconda guerra mondiale, quando si iniziò la costruzione dell’ospedale nuovo nel quartiere di Chiavris.