Utopie letali

Postmoderno, postfordista, postmateriale, postideologico, postpolitico, postdemocratico e altri post: sono gli aggettivi di una sorta di neolingua, che segnala l’abbandono di una visione ottimistica della storia. Non c’è dunque più posto per l’Utopia così come l’abbiamo conosciuta? col suo corredo di sogni, desideri, speranze per la costruzione di un mondo migliore? Oggi certe utopie possono produrre effetti “letali”, come quelle di una sinistra che ha sostituito il sogno rivoluzionario con l’illusione di un crollo indolore del capitalismo, provocato da improbabili mutazioni della psicologia individuale.