Venerdì 17 Maggio
Ore 18.00 — Oratorio del Cristo — Ingresso Gratuito

Uno non vale uno

La democrazia diretta è un sistema realmente democratico? Complice l’impatto destabilizzante di Internet sul nostro modo di comunicare e di valutare l’operato della classe dirigente, l’utopia di una società orizzontale, trasparente e senza gerarchie, a partire dalla trasfigurazione dell’idea illuministica di “opinione pubblica”, è tornata prepotentemente alla ribalta e sta scuotendo le fondamenta della nostra democrazia. Popolo, disintermediazione, tecnopolitica, autenticità, democrazia diretta, fine delle competenze e del dominio degli specialisti: sono le nuove parole d’ordine dell’ideologia del cambiamento. Ma siamo sicuri che se davvero la cosiddetta “gente comune” potesse esercitare direttamente il potere, tutto andrebbe meglio? La democrazia deve parlare al popolo o come il popolo?