Giovedì 10 Maggio
Ore 20.30 — Chiesa di San Francesco — Ingresso Gratuito

Un unico destino

Proiezione

documentario-inchiesta di Fabrizio Gatti, scritto da Diana Ligorio

prodotto dalla Divisione Digitale del Gruppo Gedi e da l’Espresso

in collaborazione con 42° Parallelo e Sky.

durata: 52 minuti

Il film documenta le verità nascoste di una spaventosa tragedia umanitaria e racconta la storia di tre medici siriani che, in fuga da Aleppo devastata dalla guerra, l’11 ottobre 2013 perdono i loro familiari mentre il peschereccio su cui si trovavano affonda nel Mediterraneo e nell’indifferenza: 268 morti affogati, 60 dei quali bambini. Il film, che presenta le immagini e i dialoghi esclusivi di quel giorno, racconta anche per la prima volta la vicenda dell’ex maggiore delle forze armate maltesi George Abela, testimone della strage. Mazen Dahhan, ora medico in Svezia, Ayman Mostafa, chirurgo a Malta, e Mohanad Jammo, anestesista in Germania visitano i pazienti, scherzano con i colleghi, ma devono convivere con il dolore. E con il senso di colpa per aver causato la morte dei propri figli nel tentativo di sottrarli alla guerra. I tre medici si sono battuti perché le indagini non venissero archiviate. Grazie al film di Fabrizio Gatti, la Procura di Roma ha chiesto il processo per due ufficiali superiori della Marina militare italiana e della Guardia costiera italiana.