Domenica 18 Maggio
Ore 16.30 — Chiesa di San Francesco — Ingresso Gratuito

Dopodiché, stasera mi butto

Performance teatrale di Generazione Disagio

Premio Giovani Realtà del Teatro 2013

Con Alessandro Bruni Ocaña, Luca Mammoli, Enrico Pittaluga, Graziano Siressi

Regia di Riccardo Rainer Pippa

Introduce Diana Barillari

In collaborazione con la Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe

Scanzonata, irriverente, grottesca gara al gioco dell’oca tra tre giovani “marginali” (un dottorando, un precario, un bamboccione casalingo) che, guidati da un cinico presentatore, possono aspirare, come ultima chance, al suicidio. Lo scorso settembre lo spettacolo ha vinto il Premio Giovani Realtà del Teatro organizzato dalla Civica Accademia di Arte Drammatica Nico Pepe “per l’originalità di un gioco coinvolgente che riesce, utilizzando i codici del varietà o del vaudeville, a coniugare il drammatico al comico in una generale dimensione ludica che mette in evidenza il disagio di una generazione”.

Una generazione che, in una sorta di ironico manuale di “contro-aiuto”, osa dire a se stessa:

«Sappiamo chi sei. Tu sei un disagiato. Lo sai tu e lo sappiamo anche noi. Sappiamo quante energie sprechi per non farlo vedere. Fratello disagiato, basta: Il disagio non è un ostacolo sulla strada, il disagio è la strada. Non cercare di cambiare te stesso. Non cercare di apparire migliore. Accettati come sei: pigro, inetto, inconcludente, dispersivo, vile. Noi ti vogliamo bene così. Non preoccuparti: elimineremo assieme ogni senso di colpa, ogni residuo di frustrazione. Noi siamo qui per aiutarti. Siamo portatori di un messaggio universale che si esprime attraverso la pratica delle tre D: Distrazione, Disinteresse, Disaffezione. Stringi la mano che ti porgiamo. Il futuro è nostro. Grandi giorni di festa si avvicinano. Noi siamo la Generazione Disagio»